L’imbottitura è il cuore del tuo cuscino per allattamento, che offre comfort per te e supporto per il tu bambino. Sicuramente questo è uno die primi fattori da tenere in considerazione nel momento dell’acquisto.

Imbottitura e comfort

Per essere davvero comodo e funzionale, un cuscino per allattamento deve essere sufficientemente rigido. In questo modo potrà sostenere bene il peso del tuo piccolo, e permettere a lui e a te di non assumere posizioni innaturali.

Una buona imbottitura, inoltre, permette al tuo cuscino per allattamento di durare a lungo. È fondamentale che esso mantenga sempre la sua forma originale, altrimenti sarai costretta a sostituirlo e non si sarà rivelato un investimento lungimirante.

La tipologia di imbottitura più diffusa è quella in granuli di poliestere. Essa consente una forma compatta, ma anche un discreto grado di morbidezza. Inoltre, un cuscino per allattamento di questo genere può essere sfoderato e lavato in lavatrice, senza il rischio di sformarlo. Può però far sudare te ed il tuo piccolo se usato in estate.

Un’altra tipologia di imbottitura sintetica è quella in fibra di poliestere. È morbida, leggera, e lavabile in lavatrice. Anche in questo caso, però, non si tratta di un materiale molto comodo durante la stagione estiva.

Per una scelta più naturale, puoi optare per una imbottitura in pula. Ad esempio, la pula di farro ha delle ottime proprietà anti acaro, ed è anche traspirante. Simile è l’imbottitura in pula di migliore, che è in grado di conservare il calore durante le stagioni più freddo, ma non risulta troppo pesante in estate. Queste imbottiture naturali tendono ad essere anche più costose, ma si rivelano sicuramente un ottimo investimento, non solo per te ed il tuo bambino, ma anche per l’ambiente.

L’imbottitura è sicuramente l’elemento più importante che compone la struttura del tuo cuscino per allattamento. Sceglila con cura, e non te ne pentirai mai!

A che cosa serve uno scarificatore?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.